«

»

Mar 08

Preludio a un fallimento: il rinvio “sine die” della tariffazione puntuale

Mastella-chip
Nel Consiglio Comunale di venerdì 4 marzo scorso il nostro gruppo consiliare ha presentato una mozione diretta a impegnare l’amministrazione ad avviare la sperimentazione della tariffa puntuale dal 1 gennaio 2017. Con questo termine si intende una tariffa sui rifiuti urbani che rispecchi la reale quantità di immondizia prodotta da ogni nucleo familiare.

Nello specifico, viene valutato solo il cosiddetto “residuo secco”, ossia la spazzatura indifferenziata composta da materiali non riciclabili che finiscono in discarica. Di tutta l’immondizia che ciascuno di noi produce, questa parte è l’unica realmente onerosa per il comune poiché, non contenendo alcun prodotto riciclabile, deve essere condotta nelle discariche dove è richiesto un pagamento per ogni tonnellata che viene smaltita.

Il concetto che sta alla base di questo principio è quello di premiare chi produce meno residuo secco, e quindi differenzia di più e meglio, abbassando loro la tariffa della TARI.

Ovviamente la nostra mozione, nonostante desse tutto il tempo alla giunta di studiare i dati e prepararsi, è stata respinta.

Tra le motivazioni addotte dall’Assessore Stellardi ci sono la non omogeneità dei dati e l’idea che l’introduzione di tale tariffa non sia un vantaggio per i cittadini bensì uno svantaggio come è stato già riscontrato in molti altri comuni. Giusto per la cronaca, nei primi due mesi, la raccolta differenziata è aumentata del 10/15%, dato dubbio a parere dell’Assessore, ma corretto a nostro parere proprio perché la gente, per paura di pagare di più, è stata incentivata a differenziare meglio. Era proprio lo spirito dell’iniziativa!

Ormai più di un anno fa, la giunta ha adottato la nostra mozione sull’introduzione della tariffazione puntuale e il Comune, nel bando di gara per la nuova azienda di raccolta rifiuti, ha specificato esplicitamente che voleva introdurre questa particolare tariffazione.

Alla luce di questo percorso ci chiediamo…perché è stato fatto tutto questo se l’assessore pensa che non sia utile? Perché hanno speso dei soldi per la nuova mastella col CIP (ricordiamo che l’azienda Idealservice si è detta pronta da subito a utilizzare il sistema) se pensano di non utilizzarla perché, a loro dire, darebbe solo risultati negativi? Se fossero vere le motivazioni addotte dall’Assessore Stellardi allora la giunta sarebbe veramente schizofrenica nel pensare una cosa e intanto fare l’esatto opposto.

La realtà purtroppo è molto più terra terra. La realtà è che Io Amo Bareggio (di cui fa parte Stellardi) è sempre stata contraria all’introduzione di questo tipo di controllo sui rifiuti. Hanno finto di essere favorevoli per non creare spaccature nella maggioranza lasciando correre sulla scelta dell’azienda e sulle procedure perché tanto avevano già deciso di fare ostruzionismo a oltranza per fermare questa innovazione, definita un “passaggio epocale” testuali parole del consigliere Galli nell’ultimo Consiglio Comunale! Il fatto è che in questa innovazione credono il consigliere Galli, fuoriuscito dal gruppo di Montani da sempre favorevole, e, probabilmente, buona parte del PD ma sono contrari i soliti conservatori di Io Amo Bareggio.

A questo punto ci chiediamo con quale logica e quale dignità il Sindaco Lonati, il PD, Galli e la consigliera Baroni continuino a cercare di amministrare Bareggio con un partito come Io Amo Bareggio. Vi siete mai chiesti cosa avete da condividere con queste persone? Quali ideali o almeno idee avete in comune? Che cosa vi unisce nella visione dell’amministrazione cittadina? Se l’unica risposta che riuscite a darvi è “NIENTE”, cioè quello che si vede benissimo da chi vi guarda dal di fuori, allora forse l’unica cosa che vi tiene insieme è il desiderio di non mollare la poltroncina su cui siete seduti! Un partito di centro “sinistra” e uno di centro destra si sono uniti con il solo desiderio di vincere il ballottaggio, e ci siete riusciti, e adesso il risultato è quello che NON state amministrando da quasi 3 anni! Politicamente siete un mostro nato morto che, come uno zombie, sta rovinando la vita di questo povero, incolpevole Paese.

E allora se avete un briciolo di dignità e un minimo di coerenza nelle idee politiche che hanno mosso all’inizio la vostra passione politica, per l’amor di Dio, abbiate il coraggio di urlare ai vostri concittadini “CI DIMETTIAMO PERCHE’ NON POSSIAMO AMMINISTRARE IL PAESE CON UN PARTITO CON CUI NON ABBIAMO NULLA IN COMUNE!”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookies per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookies o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.


I cookies da noi utilizzati sono esclusivamente cookies tecnici col solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice).
Questo sito non fa utilizzo di cookies di profilazione (volti a creare profili relativi all'utente che vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete) né proprietari né tanto meno di cookies di terze parti (utilizzati da altri soggetti rispetto agli autori del sito e sempre finalizzati a profilare gli utenti per offrire pubblicità personalizzate).

Chiudi