«

»

Mar 23

Commissione Statuto e Regolamenti, la maggioranza abbandona i lavori per evitare il confronto.

fuggire

Nella commissione Statuto e regolamenti del 09 marzo scorso, la maggioranza dopo il primo punto ha deciso di abbandonare i lavori.  Infatti dopo aver discusso per 40 minuti sulle modalità di verbalizzazione delle commissioni consiliari, i punti successivi riguardavano la verifica dell’applicazione del regolamento delle libere forme associative e la proposta di regolamento di baratto amministrativo, punti entrambi proposti dal nostro movimento.

A questo punto la maggioranza ha letto una dichiarazione tecnica, con la quale ritiene che i due punti successivi proposti non debbano trattarsi, il primo per assenza di competenza della commissione e il secondo perché essendo contrari alla proposta non ha senso discuterla.

Riteniamo che tale episodio sia estremamente grave e crea nel nostro paese un precedente pericoloso, infatti se un argomento non è gradito al PD o a Io Amo Bareggio questo non deve essere discusso dall’intero consiglio comunale!

Consideriamo l’atteggiamento delle forze politiche di maggioranza, lesive del principio del diritto d’iniziativa che sia le norme statali che quelle regolamentari attribuiscono a tutti i consiglieri.

A parte le questioni tecniche, nel merito della faccenda la maggioranza non vuole affrontare in maniera trasparente l’applicazione del regolamento delle libere forme associative per timore che emerga chiaramente che sia stato l’assessore Ferrari a chiedere che non si applichi il regolamento che loro stessi circa un anno fa hanno approvato e che era proposta dall’allora assessore Tagliani, successivamente defenestrato.

Dall’analisi delle documentazione è emerso che l’Amministrazione ha erogato contributi alle associazioni sportive, senza che queste abbiano presentato una serie di documentazione, tra cui bilancio e statuto. Il problema non è che le associazioni non le hanno voluto presentare,ma nessuno l’ha chiesto.

Oltre alle associazioni sportive, ci sarebbero anche quelle culturali, socio assistenziali e ambientali, parliamo di migliaia di euro erogati senza il rispetto del regolamento.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookies per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookies o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.


I cookies da noi utilizzati sono esclusivamente cookies tecnici col solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice).
Questo sito non fa utilizzo di cookies di profilazione (volti a creare profili relativi all'utente che vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete) né proprietari né tanto meno di cookies di terze parti (utilizzati da altri soggetti rispetto agli autori del sito e sempre finalizzati a profilare gli utenti per offrire pubblicità personalizzate).

Chiudi