«

»

Lug 15

Mozioni di sfiducia per gli assessori Stellardi e Tagliani

game-over-logo

Dopo due anni dall’insediamento dell’amministrazione Lonati, è giunto il momento di fare un bilancio di quanto realizzato. Purtroppo ci troviamo, ancora una volta, a osservarne risultati gravemente insufficienti, non solo per quanto è stato fatto ma, soprattutto per ciò che NON è stato fatto e che si sarebbe potuto fare.

Quasi su ogni argomento ci siamo trovati di fronte alla totale incapacità di affrontare i problemi, trovare delle soluzioni e operare delle scelte su ciò che andava fatto. Ovviamente questa maggioranza non ammetterà mai di non essere all’altezza di amministrare un comune di 18.000 abitanti ma questo, in buona sostanza, è quello che si evince dal suo operato.

Vista la situazione, la giunta dovrebbe dimettersi, permettendo così ai cittadini di Bareggio di scegliersi degli amministratori più capaci. Sappiamo però che questo non accadrà tanto facilmente. Siamo certi che il PD e i suoi alleati, piuttosto che ammettere la propria incapacità e dimettersi “per il bene del paese”, andranno avanti a “non amministrare” Bareggio, fregandosene del bene comune, interessati solo a salvare la faccia.

La nostra azione si è indirizzata verso coloro che riteniamo maggiormente responsabili di questo fallimento. Nel prossimo Consiglio Comunale chiederemo al sindaco Lonati, mediante due distinte mozioni, di togliere le deleghe agli assessori Stellardi e Tagliani.

Il primo (assessore ad Ambiente e Territorio, Lavori Pubblici, Servizi di pubblica utilità e Politiche per i quartieri), ha sprecato un’ampia disponibilità del Patto di Stabilità (circa 300.000 euro) che il Comune aveva per gli investimenti del 2014. Si tratta di risorse destinate a manutenzione straordinaria o a nuove opere che il Comune non potrà più recuperare! A questo si aggiunge il ritardo dei lavori della palestra Sadat, la mancanza della manutenzione ordinaria degli edifici pubblici (un esempio su tutti, il Centro Polifunzionale), una riduzione della raccolta differenziata dal 66 al 60%, il mancato bando sulla raccolta dei rifiuti e sulla pulizia delle strade nei termini previsti e noti da tempo, che ha costretto a continue proroghe e sprechi maggiori.

L’assessore Simona Tagliani (Istruzione, Cultura, Sport e Tempo libero e Pari Opportunità) ha fallito su tutto il fronte. Oltre alla riduzione sensibile dei contributi destinati alla scuola pubblica, assistiamo a una completa inattività: nessuna azione propositiva sui progetti didattici (gli stessi da un’eternità); nessuna iniziativa legata alla promozione della pace (se escludiamo l’affissione del logo del Comune su iniziative proposte da associazioni locali); la palese e continua contrapposizione con la Commissione consiliare pari opportunità; la totale incapacità di reperire un nuovo gestore per il Centro Sportivo Facchetti, non consentendo, in tal modo, la piena fruizione della struttura, e perdendo l’unica associazione che si era impegnata in maniera autonoma a condurre il centro, comportando un aggravio per il bilancio del Comune.

La politica personalistica dell’assessore è sfociata in atteggiamenti, molto poco istituzionali, nei confronti dell’opposizione e, talvolta, della sua stessa maggioranza, riconducendo le critiche rivolte al suo operato a “problemi di comprensione” dei consiglieri, senza mai rispondere alle stesse nel merito, nonché nell’incapacità di ascoltare i suggerimenti che di volta in volta le arrivavano da opposizione e maggioranza. Cosa sta aspettando il Sindaco Lonati a togliere le deleghe all’assessore Tagliani?

Presentando le suddette mozioni ci auguriamo che entrambi gli assessori decidano di farsi da parte di loro spontanea volontà, avendo ampiamente dimostrato di non essere all’altezza di amministrare un comune o parte di esso.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookies per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookies o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.


I cookies da noi utilizzati sono esclusivamente cookies tecnici col solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice).
Questo sito non fa utilizzo di cookies di profilazione (volti a creare profili relativi all'utente che vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete) né proprietari né tanto meno di cookies di terze parti (utilizzati da altri soggetti rispetto agli autori del sito e sempre finalizzati a profilare gli utenti per offrire pubblicità personalizzate).

Chiudi