«

»

Lug 13

Mozione di sfiducia nei confronti dell’Assessore Simona Tagliani

game-over-logo

Premesso che con Decreto del Sindaco n° 1 del 22 giugno 2013 è stato nominato l’Assessore Simona Tagliani con le seguenti deleghe:

  • istruzione e formazione (diritto allo studio, servizi scolastici, attività di supporto alla pubblica istruzione); cultura (supporto al settore servizi culturali, promozione di attività ed eventi culturali, biblioteca e promozione della lettura, sostegno e sensibilizzazione alla pace); sport e tempo libero (promozione dello sport, promozione dello sport per il tempo libero); pari opportunità;

Considerato che la scuola pubblica nel corso del mandato dell’assessore ha visto una riduzione sensibile dei contributi ad essa destinati, così come illustrato nel grafico seguente:

confronti contributi lonati_

 

Oltre a ciò si evidenzia come, nonostante i buoni propositi delle linee programmatiche, in fatto di istruzione l’assessorato ha solo svolto un mero ruolo di intermediazione, non mettendo in essere nessuna azione propositiva sui progetti didattici, recependo esclusivamente quelli presentati dagli istituti scolastici.

Considerato che nulla è stato fatto in termini di iniziative legate alla promozione della pace, così come prevederebbe la delega assegnata, se non il mettere il logo del Comune su iniziative proposte da associazioni locali.

Considerata la palese e continua contrapposizione con la Commissione consiliare pari opportunità, da un lato non supportando le iniziative da essa proposte e dall’altro svolgendo iniziative autonome senza il coinvolgimento richiesto dal regolamento comunale.

Considerato che, nell’ambito sportivo, dopo due anni dall’inizio del mandato, l’assessore non è stato in grado di trovare un nuovo gestore per il Centro Sportivo Facchetti, non consentendo, in tal modo, di realizzare le migliorie necessarie per rendere pienamente fruibile la struttura. Oltre a ciò è riuscito nell’impresa di perdere l’unica associazione che si era impegnata in maniera autonoma a condurre il centro, riportando in questo modo la gestione all’interno del Comune con costi aggiuntivi per i cittadini.

Visto l’atteggiamento, molto poco istituzionale, dell’assessore nei confronti dell’opposizione e, talvolta, della sua stessa maggioranza, riportando le critiche rivolte al suo operato a “problemi di comprensione” dei consiglieri su quanto lei scrive o dice, senza mai rispondere alle stesse nel merito, nonché la quasi nulla capacità di ascoltare i suggerimenti che di volta in volta le venivano dati da opposizione e maggioranza.

Per quanto sopra esposto, oltretutto essendo essi solo alcuni esempi, e visto che sono decorsi già due anni dall’inizio del suo mandato, il bilancio dell’assessorato risulta fallimentare e lontano da quanto promesso ai cittadini durante la campagna elettorale e approvato con le linee programmatiche.

Pertanto:

IL CONSIGLIO COMUNALE IMPEGNA IL SINDACO A RITIRARE LE DELEGHE ALL’ASSESSORE SIMONA TAGLIANI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookies per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookies o clicchi su "Accetta" permetti il loro utilizzo.


I cookies da noi utilizzati sono esclusivamente cookies tecnici col solo fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio" (cfr. art. 122, comma 1, del Codice).
Questo sito non fa utilizzo di cookies di profilazione (volti a creare profili relativi all'utente che vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell'ambito della navigazione in rete) né proprietari né tanto meno di cookies di terze parti (utilizzati da altri soggetti rispetto agli autori del sito e sempre finalizzati a profilare gli utenti per offrire pubblicità personalizzate).

Chiudi